Corsica: due mamme islamiche accompagnano i figli a scuola velate. Due genitori le cacciano via

Siete velate? E allora nella scuola ad accompagnare i vostri figli non entrate. Se lo sono sentite dire due mamme di religione musulmana, lunedì, primo giorno di scuola alle elementari di Bonifacio, nel sud della Corsica. Sono stati altri genitori, due fratelli, a volersi imporre alle due donne, anche se poi sono intervenuti tutti (un ispettore scolastico, il sindaco del paesino, perfino la gendarmeria) e alla fine loro si sono calmati. E le due mamme sono potute entrare regolarmente dentro l’edificio scolastico.

L’episodio, comunque, la dice lunga sull’atmosfera che si respira oggi in Francia, al termine di un’estate “rovente” per le polemiche sul burkini. Cos’è successo a Bonifacio? Per il primo giorno di scuola era consentito ai genitori accompagnare i figli all’interno della scuola. Le due donne musulmane indossavano un abito tipico delle popolazioni arabe, la djellaba, e il velo sui capelli (non un burqa, che è espressamente proibito in Francia, per strada e nei luoghi pubblici, da una legge del 2010). Come riferito da Eric Bouillard, procuratore di Ajaccio, “i due uomini hanno bloccato le due donne, perché non trovavano normale che loro potessero entrare, indossando il velo, mentre i propri figli non hanno il diritto di portare segni religiosi distintivi dentro la scuola”. Questo, in effetti, è previsto dalla legge francese, che vieta anche alle alunne di indossare il velo islamico. (…)

Fonte

 

Shares